Nel segno della Madre Terra…

 

Giorgio Bongiovanni

 

  • Nato in Sicilia a Floridia il 5 Settembre 1963.

  • A13 anni incontra Eugenio Siragusa, che diventerà il suo “Padre spirituale”, e la sua vita cambia.

  • Grazie a questa conoscenza incomincia a comprendere avvistamenti di globi luminosi ed esperienze fatte nel passato.

  • Si dedica quindi allo studio dei messaggi che riceveva Eugenio Siragusa.

  • Apprende che la Terra è una creatura viva identificabile con Maria, o con nomi diversi a seconda delle culture.

  • Comprende poi che questa stessa madre si trova in pericolo a causa di inquinamento e non solo.

  • Con il fratello Filippo e altri amici fonda il giornale “Non siamo soli”.

  • 5/4/1989: mezzogiorno ha l’incontro con una donna, un essere di luce di nome Myriam che lo invita a prepararsi a nuovi incontri.

  • 2/9/1989: a Fatima ha un altro incontro con Myriam nel quale ella dona le dolorose stigmate sul corpo di Giorgio. Dopo quel giorno comincia ad avere sanguinamenti quotidiani e ad avere dolori lancinanti.

  • D’ora in avanti comincerà la sua missione in tutto il mondo a portare i messaggi che riceve da Myriam e da suo figlio Gesù.

  • Nel 1991 sorgono delle stigmate sui suoi piedi.

  • 2/4/1992: Giorgio Bongiovanni è il primo religioso a parlare sul primo canale della televisione nazionale Russa.

  • 28/5/1992: si apre la quinta stigmate.

  • 26/7/1993: si apre la sesta stigmate sulla fronte.

  • Le ferite anche senza esser trattate con alcun medicamento non son mai risultate infettate.

  • 1996: riuscì ad entrare in contatto con una delegazione militare Russa che fa una proposta, se può divulgare alcuni reperti fotografici e filmati ufologici in possesso al KGB.

  • 1997: diffonde le foto e i reperti ottenuti da Carlos Diaz.

  • 1999: inizia l’attività antimafia.

  • 2/9/2000: oltre alle stigmate e alla lacrimazione di sangue incomincia ad avere svariate ferite ai gomiti e alle ginocchia.

  • In questo periodo afferma di esser guidato da un essere di luce chiamato Nibiru Arat-Ra. E vista la sua simbiosi con egli alcuni suoi messaggi porteranno la firma Nibiru.

  • 11/2/2002: la stigmate sulla fronte sparisce, dopo una richiesta specifica fatta alla Madonna a Medjugorie, ma rimane il dolore.

  • 25/12/2003: la stigmate sulla fronte riappare, i messaggi che riceve sono ad alto contenuto esoterico riguardanti il ritorno di Cristo.

  • Gennaio 2004: si riassorbe la stigmate sulla fronte e fa pubblicare parte dei suoi messaggi nel libro “De Rerum Divinarum Scientia Nova

 

Per ulteriori informazioni guardate il sito linkato sui riferimenti bibliografici

 

Riferimenti bibliografici:

Un contattista italiano…

 

Eugenio Siragusa

 

Nato a Catania il 25 Marzo 1919.

Penultimo di quattro sorelle e un fratello; vivacissimo, ricco d’inventiva e di creatività era predisposto già da piccolo a “guidare gli altri”. Riuscì a conseguire la licenza elementare, poi appena adolescente si arruolò nella Regia Marina Militare, ottenendo tre croci di guerra al valore durante il secondo conflitto mondiale.

Il 25 Marzo 1952 venne investito da un raggio di luce uscito da un globo luminoso. Da quel momento la sua vita cambiò. Dopo undici anni di preparazione interiore ebbe l’incontro con esseri di luce.

Nel corso della sua vita venne contattato più volte e in questi incontri gli esseri gli portavano messaggi da riferire ai capi di stato e agli uomini responsabili dilla terra.

Sostenne e divulgò l’opera del Centro Studi Fratellanza Cosmica malgrdo sia stato chiuso nell’Agosto 1978.

Eugenio Siragusa ha lasciato questo mondo il 27 Agosto 2006.

 

 

Riferimenti bibliografici:

Primo di 12 filmati di un documentario sulla sua vita:

Interessanti interviste fatte a questo contattista:

 

…messaggero degli Elohim…

Claude Vorilhon

 

Egli è nato il 30 settembre 1946 a Vichy in Francia, è il fondatore e il leader corrente della “religione aliena” conosciuta come Raelismo.

Vorilhon era un cantante in giovane età. Divenne giornalista sportivo e pilota di rally per la sua rivista.

Ebbe l’incontro con gli extraterrestri il 13 dicembre 1973 quando era in cima ad un vulcano francese.

Dopo l’avvenimento formò il movimento Realiano e cambiò il suo nome in Rael(che vuol dire il messaggero di Dio).

Scrisse diversi libri ma il più importante è il libro “Le livre qui dit la véritè”(il libro che dice la verità); in questo libro racconta del suo incontro con gli alieni che gli raccontarono come crearono l’umanità, manipolando il DNA.

Gli fecero vedere come non esista l’anima, duplicandolo da una sua cellula. In un secondo incontro avvenuto il 7 ottobre 1975 gli fecero incontrare Budda, Mosè, Gesù e Maometto.

Nel secondo libro “Les extra-terrestres m’ont emmenè sur leur planète”(Gli extraterrestri mi portarono sul loro pianeta) descrive il pianeta e il modo assolutamente felice di vivere da parte dei suoi abitanti.

Questo movimento ha successo e diverse persone ne fanno parte, nel 2008 dovevano esser all’incirca sessantamila.

Strano è il rapporto che i governi hanno con questo movimento. Sembra che diversi governi mondiali tentino di ostacolarlo in modi più o meno espliciti, forse a causa della visione estremamente liberale sulla sessualità.

 

Riferimenti bibliografici:

i riferimenti seguenti sono filmati:

 

P.S. Il movimento Raeliano sarà meglio trattato in seguito…

Billy Meier

 

“Billy” Eduard Albert Meier

Nato il 3 Febbraio 1937 a Bulach in Svizzera.

Meier in gioventù si arruolò nella Legione Straniera Francese. Nel 1965 perse il suo braccio sinistro per un incidente in bus.

Il suo primo contatto extraterrestre avvenne a 5 anni, in questo incontro ebbe a che fare con un vecchio alieno dall’aspetto umano chiamato Sfath.

I contatti con questo alieno durarono fino al 1953; dal 1953 al 1964 Meier ebbe contatti con un alieno donna, Asket; poi ebbe undici anni in cui non ci fu alcun contatto per poi ricominciare il 28 gennaio 1975 con un’altra extraterrestre, Semjase,la nipote di Sfath.

Meier ha una grande collezione di foto di astronavi che utilizzavano i Pleiadiani per andarlo a trovare.

Nel 1975 Meier ebbe il primo contatto ufficiale, poiché fu il primo contatto che divenne di dominio pubblico. In questo avvenimento comunicò con un gruppo di Pleiadiani o Errani (abitanti di Erra) sia direttamente che telepaticamente. Dopo riferì anche i nomi dei partecipanti a questo colloquio, ed erano Ptaah, Semjase, Quetzal, Pleja e numerosi altri.

Sempre nel 1975 Meier fondò Freie Interessengemeinschaft für Grenz- und Geisteswissenschaften und Ufologiestudien (“Free Community of Interests for the Fringe and Spiritual Sciences and UFOlogical Studies”) o FIGU, un’associazione no-profit per le ricerche in questo campo.

Scrisse diversi libri delle conversazioni con i Pleiadiani dove ci si può trovare di tutto, dalla terza guerra mondiale, la crisi economica, il passaggio di meteore e altri pianeti, a discorsi sull’aldilà, sulla storia umana e tantissimi altri argomenti…

 

Oltre alle foto, portò prove filmate e rimasugli metallici…

 

Riferimenti bibliografici:

 

 

P.s. Vi lascio il riferimento per il sito dell’associazione da lui fondata:

http://it.figu.org/

 

Sesma Manzano…e Ummo…

 

 

Sesma Manzano

 

  • Fernando Sesma Manzano è un contattista profondamente legato al caso di Ummo.

  • Negli anni ’60 gli ufologi si riunivano nella stanza al piano sotterrato del cafè Lion a Madrid tutti attorno a questo Fernando Sesma Manzano.

  • Egli fu il primo contattista spagnolo.

  • Aveva visto personalmente questi extraterrestri a Casa del Campo di Madrid e li aveva conosciuti.

  • In particolare conobbe un Ummita di nome Saliano. Questo extraterrestre era di razza nordica e arrivava da un pianeta dipendente dalla stella Lumma (denominata dagli astronomi Wolf 424).

  • Sesma Manzano riceveva lettere dattilo-scritte e scritte a mano da questi Ummiti che faceva vedere ai frequentatori del cafè Lion.

  • La cosa interessante era il sigillo che portava ogni lettera.

  • Un giorno per provare l’esistenza e la verità di questi Ummiti egli portò un calzino trovato a Casa del Campo che arrecava la firma del proprietario, Saliano.

  • Gli Ummiti contattarono Sesma Manzano dopo essere atterrati a La Javie il 28-05-1950. Essi furono attirati dal nostro pianeta perché nel ’34 ricevettero un segnale radio uscito dalla Terra.

  • Una stranezza era che gli Ummiti per caratteristiche fisiche, secondo lo stesso Sesma Manzano, non avrebbero avuto la possibilità di scrivere né a mano né dattilograficamente a causa dei loro polpastrelli iper-sensibili. Ma le loro lettere erano state trascritte da un dattilografo della rivista ABC (scomparso).

  • Fernando Sesma Manzano riceveva anche delle telefonate da questi Ummiti, le quali furono registrate. La voce di questi era metallica a causa, secondo il contattista, di un difetto genetico alle corde vocali.

  • Questo contattista fu tacciato di aver raccontato una marea di frottole, però alcuni avvenimenti rendono le sue testimonianze ancora immersa nel mistero…

  • L’avvenimento più importante è stato la mobilitazione delle forze armate francesi, che cercarono tracce dell’atterraggio e della venuta degli Ummiti in Francia nel 1950.

  • Fernando Sesma Manzano pubblicò “Ummo, otro planeta habitado” nel 1967.

 

Riferimenti bibliografici:

 

……………..Il caso Ummo verrà trattato meglio a posteriori…………

Diaz, contattista messicano…

Diaz

 

  • Carlos Diaz divenne famoso negli anni ’80 quando rese pubbliche le sue esperienze con gli UFO, comprovate dalle sue foto incredibili.

  • Diaz afferma che gli extraterrestri interagiscono con i cittadini di Tepoztlan.

  • Questi esseri avrebbero forma umana di giorno, di notte esplorerebbero il territorio raccogliendo dati e registrando avvenimenti, con le loro sfere di luce.

  • Egli dice di aver visitato le gallerie che collegano la piramide del Sole con quella della Luna a Teotihuacan. Nelle quali sarebbero contenute prove dell’incontro dei popoli pre-colombiani con esseri extraterrestri.

  • Diventa famoso per le sue splendide foto di esseri di luce.

  • La differenza sostanziale di Diaz confrontandolo con gli altri contattisti è il suo metodo di chiamare questi esseri. Lui li chiama semplicemente al cellulare e loro si presentano nel luogo pattuito.

  • Avvenimento che rende ancora più autorevole la genuinità delle parole di Diaz è ciò che accadde a Quesada. Victor Quesada, fisico messicano, chiese di incontrare gli alieni a Diaz, allora egli gli prefissò un incontro. L’UFO si presentò puntuale al punto d’incontro e cominciò a sollevare il fisico messicano. Terrorizzato da tale evento si divincolò dal fascio di luce che lo sollevava rifiutando così l’incontro.

 

Riferimenti bibliografici:

Adamski (I Fatti)

I Fatti:

  • Dal 1946 Adamski incominciò a fotografare a ad avere contatti con UFO e loro occupanti

  • Ma il contatto più importante fu il primo, con il venusiano Orthon. Questo avvenne quando con degli amici si trovava a percorrere il deserto della California. Di questo avvenimento rimangono a testimonianza le foto dell’astronave.

  • 23 giorni dopo avvenne un nuovo contatto, dal quale rimangono come prova i calchi delle impronte del venusiano.

  • Nel ’53 pubblicò il libro “Flying saucers have landed” scritto con Desmond Leslie.

  • Nel ’55 uscì “Inside the space ships” dove Adamski affermava di esser stato avvicinato da emissari di extraterrestri nel ’53. I suoi contatti sarebbero stati con piloti provenienti da Marte, Venere e Saturno. Affermò di aver viaggiato con loro attorno la Terra e di aver incontrato dei saggi di questi pianeti. Questi comunicavano telepaticamente con lui in lingua inglese.

  • Adamski descrive gli alieni come esseri molto superiori all’uomo fisicamente , intellettualmente e spiritualmente.

  • Propone un’origine extraterrestre della specie umana e la Terra sarebbe solo uno dei tanti pianeti colonizzati. Secondo questa teoria i superstiti ai vari cataclismi capitati sulla Terra si unirono con scimmie antropoidi dando origine a razze ibride inferiori.

  • Successivamente disse che sulla Terra furono esiliati elementi poco desiderabili che si imposero ai popoli primitivi di questo pianeta provocando anche azioni di contenimento da parte dei pianeti della “Confederazione”. Questa agisce per evitare disastri che provocherebbero la distruzione del pianeta.

  • Secondo Adamski le popolazioni della Terra sarebbero impreparate ad affrontare un contatto massivo con questi esseri.

  • Nel ’59 dopo l’incontro con la regina d’Olanda Adamski si fermò a Roma dove incontrò il console Alberto Perego.
    Adamski, Perego e Maioli (entrambi interessati agli UFO) erano stati a cena al ristorante. I tre uscirono dal locale e data l’ora sapevano che era impossibile trovare un taxi. Ma Adamski convinse i suoi accompagnatori a seguirlo dicendogli che l’avrebbe trovato lui il taxi. Sicuro di sé, come se avesse conosciuto Roma da sempre, Adamski si avviò per un dedalo di vicoli e strade finché, indicando una certa auto, esclamò: “Ecco il nostro tassista!”, “Ma è un’auto privata!?”, obiettò Maioli. “…Ma er mestiere mio è proprio questo!”, disse il conducente in romanesco. “Puro noi abusivi avemo da magnà… Su, venite…” Perego e Maioli si guardarono allibiti.

    (Avvenimento tratto dal sito:http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/nu02_01i.htm )

    Questo avvenimento testimonia le notevoli capacità psichiche di Adamski. Alcuni suoi “discepoli” affermano che avesse delle facoltà telepatiche.

  • Nel ’61dichiarò di esser stato portato su Venere e di aver incontrato la moglie Mary (defunta qualche anno prima) reincarnata in una bimba Venusiana.

  • Nel ’62 fu portato su Saturno.

  • Si dice che il 15 luglio del 1964 incontrò Papa Giovanni XXIII. Però nessuno sa la natura del presunto incontro.

  • Fu sepolto nel cimitero degli Eroi ad Arlington.

 

Riferimenti bibliografici:

Adamski (Biografia)

Adamski

 

Biografia:

  • George Adamski nasce il 17 aprile 1891 in Polonia

  • I genitori si trasferirono negli Stati Uniti quando George aveva due anni

  • Tra il 1913 e il 1916, arruolato nell’esercito americano, combattè contro Pancho Villa

  • Nel 1915 prese la cittadinanza statunitense

  • Nel 1917 si sposò con Mary Shimbersky

  • Nel 1934 fondò l’Ordine Reale del Tibet, un cirocolo esoterico in cui si univano le filosofie orientali al cristianesimo

  • Nel 1944 aprì e fondò la nuova casa Palomar Garden

  • Nel 1946 primo UFO fotografato vicino al monte Palomar

  • Il 20 novembre 1952 primo incontro con un venusiano

  • Nel 1953 pubblicò “Flying Saucers Have Landed” scritto con Demond Leslie, ex-pilota

  • Nel 1959 incontrò la regina dei Paesi Bassi

  • Nel 1963 incontrò Papa Giovanni XXIII

  • Morì il 23 aprile 1965 nel Maryland, per un attacco di cuore

 

Riferimenti bibliografici:

 

Telepaticamente alieno…

 

Contattisti

I contattisti sono persone che affermano di esser entrate in contatto con entità aliene. Essi si distinguono dagli addotti perché, a differenza di questi ultimi che vengono rapiti dalle loro abitazioni, vengono a contatto con gli esseri alieni in modo consensuale tanto da diventare portavoce degli esseri incontrati.

Queste esperienze sarebbero preavvisate da un contatto telepatico da parte di queste creature.

I contattisti più famosi sono George Adamski, Carlos Diaz, Fernando Sesma Manzano, Billy Meier, Claude Vorilhon, Eugenio Siracusa, Giorgio Bongiovanni.

 

La definizione è stata presa da:

 

 

Categorie posteriori ad Hynek…

IV Tipo:

  • sono i famosi casi di abduction

  • cioè i casi di rapimenti da parte di queste entità

  • spesso vengono raccontati dopo una seduta di ipnosi

V Tipo:

  • presunte unioni biologiche con questi esseri

  • sono riferiti rapporti sessuali con gli occupanti di queste navicelle

  • spesso vengono raccontati dopo una seduta di ipnosi

  • vengono spesso riportati come veri e propri stupri o comunque vissuti con un forte sentimento d’angoscia

VI Tipo:

  • avviene la morte dell’essere umano nel momento dell’incontro con l’oggetto o con le entità che lo occupano

  • la causa è riferibile all’incontro e non a malattie preesistenti o incidenti senza affinità all’avvenimento

  • se non la morte possono esserci malattie sul piano fisiologico sull’essere umano che vive l’esperienza

VII Tipo:

  • indica un’ibridazione umano-aliena e quindi un unione sul piano mentale che unisce i due esseri

  • questo tipo sarebbe una conseguenza degli incontri del IV tipo

 

Riferimenti bibliografici:

 

Precisazioni…

Per capire meglio la classificazione di Hynek mi avvalgo del supporto del sito : http://www.cun-italia.net/faq/class.htm

Bisogna precisare che le 6 categorie individuate da Hynek sono riferibili ad avvenimenti provocati da cause generatrici diverse, non per questo devono per forza esser paranormali…

hvallee.jpgQuesta tabella rappresenta le percentuali della tipologia dei fenomeni segnalati come U.F.O.

Essa è stata presa dal libro:“UFO reltà di un fenomeno” di J A. Hynek e J. Vallèe

 

incontri del secondo tipo…

II Tipo (Hynek)

  • simile al primo tipo, ma vi sono in più effetti collaterali di interazione con l’ambiente e/o le persone circostanti

  • tracce presenti sul terreno, come aree di erba bruciata o piegata perfettamente circolari, oppure buche disposte secondo schemi geometrici, segni di una grande potenza energetica sviluppatasi nel luogo

  • effetti elettro-magnetici, interferenze radio, disturbi ad apparati elettrici delle auto, televisori…

  • effetti luminosi insoliti

  • effetti sugli animali, come terrore, inquietudine, irritazione, anche rifiuto del cibo

  • effetti sull’uomo, paralisi momentanea, senso di soffocamento, ustioni e altri disturbi fisici

Gradi di Hynek …. a distanza

AVVISTAMENTI A DISTANZA

(HYNEK)

 

  1. LUCI NOTTURNE:

    • luci viste nel cielo notturno

    • traiettoria non somigliante ad aerei o a palloni sonda o a meteore ecc…

    • che diano impressione di comportamento intelligente

  1. OGGETTI DIURNI:

    • corpi metallici, di colore argenteo.

    • generalmente discoidali

    • prestazioni di volo violanti le leggi fisiche o con velocità super-soniche,senza produzione di alcun suono, arresti improvvisi, stazionamenti a mezz’aria

    • moti peculiari come perdite di quota a foglia morta e accelerazioni improvvise

  1. RADAR-VISUALI:

    • apparizioni di oggetti ben definiti in schermi radar

    • non riferibili né ad anomalie né a fenomeni atmosferici

    • contemporanea percezione visuale

Tipologie d’avvistamento

AVVISTAMENTI

Gli avvistamenti sono stati classificati dal dottor Hynek principalmente in tre tipi. Questa sua classificazione venne adottata in tutto il mondo con l’aggiunta, man mano che passava il tempo di altre quattro tipologie d’incontro…

Hynek distingueva tre tipi d’avvistamento a distanza e tre tipi ravvicinati…

Partiamo col descrivere la classificazione di Hynek e poi con le altre quattro…

Mamma un UFO…

Non ci credo, ma l’ho visto…

A chi non è mai capitato di vedere, sentire, sognare qualcosa di strano? Qualcosa che sembra esser di un altro mondo?

A me è capitato di sentire tanta gente che spaventata è convinta di aver visto qualcosa di “alieno” che sorvolava le loro teste, o che intrattenesse contatti con loro, o che, ancor peggio, pensa di esser rapito o utilizzato per scopi laboratoristici da entità non identificabili come umane…

Partiamo col fare chiarezza dei tipi di avvistamento che possono capitare…poi procederemo con i contattisti e…finalmente con le famose “abduction”

Schianto vicino al lago

Incidente nell’URSS

 

LOCALIZZAZIONE:

  • lago di Ul’ken-Borly

  • regione di Kustanay

  • Ex URSS, Kazakistan

QUANDO:

  • 1978

IL CASO:

  • L’ucraino Anton Belousov riferisce che nel ’78 sia precipitato un disco metallico nei pressi del lago di Ul’ken-Borly.

  • Probabilmente fu ritrovato un piccolo umanoide all’interno dell’oggetto che fu consegnato in un laboratorio sotterraneo dell’aeroporto di Vnukovo.

  • L’umanoide fu collocato in una camera con biosfera ad anidride carbonica.

  • Il veivolo fu portato a Stepnogors.

 

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

Scontro contro le montagne

 

Un crash cipriota…

 

LOCALIZZAZIONE:

  • Troodos, Cipro

QUANDO:

  • 1973, sarebbe avvenuto il crash

  • 2008, compare un articolo sul Cyprus Mail

IL CASO:

  • Un ricercatore, Gary Heseltine, dell’UFO British è uscito fuori con delle prove di uno schianto di un disco volante sulle montagne di Troodos…

  • Queste prove le avrebbe raccolte un soldato britannico che sarebbe anche stato testimone dell’incidente…

  • Tom Clarke, caporale in missione nella zona in quel periodo ricorda l’accaduto, dice di aver visto delle luci strane nel cielo e, subito dopo esser scomparse, di aver sentito l’aria dell’onda d’urto. Dopo l’incidente furono mandati a raccogliere i pezzi in sacchi e di non parlare a nessuno dell’accaduto, pena la corte marziale…

  • Il caporale conservò dei manufatti e li nascose, poi li presentò a 45 anni di distanza a Heseltine che li portò ad analizzare…

  • Non si sa se l’evento sia vero, si sa solo che il caporale sembra molto convinto di ciò che è capitato quel giorno sulle montagne di Troodos.

 

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

Ufo o satellite?

Un satellite molto… molto interessante…

 

LOCALIZZAZIONE:

  • Orocue, Colombia

QUANDO:

  • 12/02/1968

IL CASO:

  • I residenti di Orocue segnalato tre forti esplosioni…

  • L’oggetto visto precipitare era a forma di disco, di materiale metallico…

  • Le ricerche effettuate nel luogo dell’accaduto sono state proficue, si è trovato un pezzo di metallo di difficile lavorabilità e non tagliabile…

  • Trasportato a Bogotà viene visionato da funzionari americani che lo identificano come un loro satellite e viene recuperato…

  • I dubbi rimangono per la forma peculiare del “satellite” e dell’impossibilità di tagliare il metallo di cui era costruito.

 

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

Meteora atterra e… riparte!!!

U.F.O.a Las Vegas

LOCALIZZAZIONE:

  • Las Vegas, Nevada (U.S.A.)

QUANDO:

  • 18/04/1962

IL CASO:

  • Un oggetto volante non identificato dopo aver sorvolato diversi stati degli U.S.A. arrivò in Nevada dove scomparve presso la base aerea di Nellis…

  • L’oggetto fu monitorato da diversi radar, in più fu segnalato da più di un migliaio di persone che lo presero per un meteorite…

  • Anche dei comandanti di aerei commerciali lo videro ma dissero che era un meteorite molto strano…

  • Cosa ancora più strana è stata che fu visto fermarsi a Eureka per poi ripartire.

 

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

 

Un disco in fiamme

U.F.O. esplode in Brasile

LOCALIZZAZIONE:

  • Luogo vicino a Ubatuba, San Paolo (Brasile)

QUANDO:

  • 14/09/1957, pubblicazione
  • 13/09/1957, ricevimento della notizia al giornale “O Globo”
  • in settembre, stesso anno, all’incirca a mezzogiorno

IL CASO:

  • Un uomo di cui non si sa l’identità, mentre stava pescando sulla spiaggia nei pressi di Ubatuba con dei suoi amici, vide un disco volante avvicinarsi alla spiaggia con una velocità incredibile e proprio quando ci si aspettava un impatto al suolo, esso riprese quota improvvisamente.
  • Dopo poco però si disintegrò nel mentre che si trovava per aria. Migliaia di piccoli pazzi ricaddero al suolo. Di questi lui e i suoi amici ne raccolsero parecchi, erano leggeri come carta. Di questi ne furono inviati tre all’ufologo Olavo Fontes per delle analisi. Lui ne tenne uno per se e gli altri li diede all’APRO (Aerial Phenomena Research Organization, ormai sciolta).
  • Si fecero analisi su questi materiali. Da queste risultarono composti da magnesio ad uno stato molto puro.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

Incidente a un veicolo super-speciale

Un super-veicolo di prova

LOCALIZZAZIONE:

  • Kingman, Arizona (U.S.A.)

QUANDO:

  • 20-21/05/1953

IL CASO:

  • Arthur G. Stancil, noto con lo pseudonimo di “Fritz Werner”, era un ingegnere impiegato nell’Air Material Command nella base dell’Air Force Wright-Patterson in Dayton, Ohio.

  • Egli venne chiamato per un incarico speciale nella base dell’ Air Force Indian Springs dove venne raggiunto da altri 15 specialisti. Vennero portati poi con un aereo militare a Phoenix. Da qui un bus con vetri oscurati li scortò a sud-est di Kingman vicino ai monti Hulapai.Qui furono raggiunti da un colonnello dell’Air Force che li informò del lavoro che erano chiamati a fare.

  • Dovevano indagare sullo schianto di un super-veicolo di prova segreto. Gli scienziati furono informati su ciò che dovevano studiare e il nostro Stancil aveva il compito di determinare la velocità di movimento orizzontale e verticale quando il veicolo ha impattato sulla sabbia. Agli scienziati fu imposto di non parlare del proprio lavoro tra di loro.

  • Scortato al sito, due militari illuminarono il veicolo, un disco, che sembrava formato da due lastre ovali convesse posizionate una sopra l’altra, di 30 metri di diametro.

  • Il disco di colore argenteo era immerso 20cm nella sabbia e aveva impattato al suolo a una velocità di 100nodi. La fusoliera però non aveva graffi ne ammaccature.

  • Stancil afferma che mentre era lì vide un corpo recuperato dall’incidente. Esso era di un umanoide, alto 4 piedi, di pelle marrone e indossava una tuta color argento.

  • Inoltre al ritorno dalla “missione”, per firmare il contratto di segretezza, Stancil afferma di aver visto un altro essere umanoide in una tenda medica.

 

Riferimenti bibliografici:

Un altro U.F.O. cade!

U.F.O. supera auto e si schianta

LOCALIZZAZIONE:

  • Brady, Montana (U.S.A.)

QUANDO:

  • 1953

IL CASO:

  • Il signor A.M.Tenney vide che un oggetto ovale seguiva la sua auto e delle sfere infuocate cascavano sulla strada.

  • Subito dopo gli telefonò un colonnello della Malmstrom AFB, che lo invitò di presentarsi alla base per firmare una dichiarazione sull’accaduto.

  • Mentre si trovava lì vide due militari trasportare sacchi di lavanderia contenenti, a parer suo, corpi d’umanoidi.

 

Riferimenti bibliografici:

Leggendario U.F.O. crash

Un crash Norvegese

LOCALIZZAZIONE:

  • Spitzenbergen, Norvegia

QUANDO:

  • 9/09/1952

IL CASO:

  • 6 caccia Norvegesi erano in volo d’esercitazione sullo stretto di Hinlopen, quando venne perso il contatto radio con la torre di  per pesanti interferenze statiche.
  • Allo stesso tempo il radar di Narvik segnalava la presenza di un U.F.O. oltre ai caccia.
  • Il capitano Olaf Larsen vide l’astronave che sembrava essersi schiantata al suolo. Quindi fu mandata una squadra di recupero. 
  • La squadra mandata al recupero del mezzo lo descrisse come un disco di 150 piedi di diametro e di colore argenteo, oltre alla presenza sulla fusoliera di strani simboli. L’oggetto emetteva radiazioni che disturbavano le apparecchiature. Credendo che fosse un aeronave russa fu spedita a Narvik per esser esaminata. 
  • I risultati dell’indagine non furono rilasciati per oltre due anni. Si seppe poi che l’aeronave non poteva esser di origine russa ma soprattutto non poteva esser terrestre a causa del tipo di materiale che la componeva. 
  • A causa dell’impossibilità di confermare queste notizie questa storia è ritenuta più una leggenda e/o una bufala che la realtà… Chissà!!!

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

L’aereo è stato abbattuto!

Incidente mortale nel Michigan

LOCALIZZAZIONE:

  • Benton Harbor, Michigan (U.S.A.)

QUANDO:

  • 23/06/1950
  • Poco prima della mezzanotte

IL CASO:

  • Un DC4 avente 58 persone a bordo, mentre sorvolava il centro del paese, si trovò di fronte un oggetto che emanava una luce rossastra.Un attimo dopo il DC4 esplose in aria.
  • I palombari ci misero 2 giorni per setacciare il fondo del lago Michigan alla ricerca dei frammenti dell’aereo. Una volta trovati videro che erano stranamente alterati. Buona parte di questi vennero a galla da soli, quasi avessero perso tutto il loro peso. Analizzati apparivano come se fossero stati sagomati a colpi di martello e non da un’esplosione.

 

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

L’ultimo volo

Abbattuto da un U.F.O.

LOCALIZZAZIONE:

  • Louisville, Kentucky (U.S.A.)

  • torre di controllo di Godman Field.

QUANDO:

  • 7/01/1948

IL CASO:

  • Thomas Mantell era un esperto pilota militare americano.

  • Egli ricevette l’ordine di alzarsi in volo e seguire un grande oggetto volante a forma di disco dalla torre di controllo.

  • Il capitano Mantell fu mandato assieme a una squadriglia di altri aerei.

  • Il mezzo non identificato superò i 4500 metri e il capitano lo seguì, mentre la squadriglia tornò indietro per l’assenza di attrezzature per l’ossigenazione.

  • Con l’ultimo contatto radio il capitano descrisse l’oggetto dicendo che era enorme e di aspetto metallico.

  • E aggiunse che si stava avvicinando…

  • L’aereo cadde al suolo e le parti recuperate presentavano centinaia di piccoli fori.

  • Il cadavere del capitano fu recuperato subito dopo l’accaduto e nessuno lo poté vedere, infatti qualcuno ipotizzò che non ci fosse stato alcun cadavere.

  • La spiegazione della caduta dell’aereo del capitano fu quella che la carenza di ossigeno lo portò a perdere i sensi e l’aereo senza controllo sarebbe precipitato.

  • Mentre ciò che avrebbe visto, sempre secondo la stampa ufficiale, sarebbero stati tanti palloni sonda che fusi con la luce di Venere dovevano dare l’impressione di un disco.

  • A questo punto sorsero parecchie domande…erano all’incirca le 13e30 come faceva a vedersi Venere con la luce abbagliante del Sole?

  • La torre di controllo fa inseguire dei palloni sonda?

 

Riferimenti bibliografici:

Fascisti e U.F.O.

Italia fascista e atterraggi alieni

LOCALIZZAZIONE:

  • Novara – Magenta, Italia

QUANDO:

  • 13/06/1933

IL CASO:

  • Dal 1996 fino al 1999 un anonimo fece scoprire la vicenda fornendo tanti documenti dell’epoca al giornale Resto del Carlino e al CUN.

  • Un aeromobile non convenzionale atterra in una zona agricola tra Novara e Magenta.

  • Da lì venne trasportato a Sesto Calende dove c’erano i vecchi stabilimenti aerei della Siai-Marchetti e venne custodito per 10 anni in un hangar.

  • Per ulteriori informazioni consultare: Dossier Ufo 1930 – Milano – Archivio di stato – Fondo Gabinetto Prefettura – Foldoni n° 400-401.

 

Riferimenti bibliografici:

Miracoli e U.F.O….FATIMA!!!

Fatima! Apparizioni e miracoli!

LOCALIZZAZIONE:

  • Fatima, Portogallo

QUANDO:

  • Durante il 1917

I CASI:

  • 13 ottobre 1917; 50000 persone, in attesa dell’apparizione della Madonna, furono testimoni di un disco argenteo che si muoveva a spirale nel cielo uscendo dalle nubi e asciugando la pioggia, che cadeva copiosa, grazie al calore che emanava.

  • Dopo pochi minuti sparì nel cielo, dirigendosi verso il sole.

  • La risonanza dell’avvenimento fu mondiale ed è uno dei fenomeni mariani più importanti.

  • Nel corso dell’anno si ebbero più manifestazioni di sfere luminose che percorrevano il cielo danzando verso il sole.

  • Queste manifestazioni sono note come il “miracolo del Sole”.

  • Durante una di queste apparizioni si ebbe la pioggia di bambagia silicea o capelli d’angelo, avvenimento singolare che capiterà ed era già capitato in caso di imponenti avvistamenti U.F.O.

 

 

Riferimenti bibliografici:

Il cilindro di Caerphilly

Atterraggio a Caerphilly:

LOCALIZZAZIONE:

  • Caerphilly, Galles.

QUANDO:

  • 18/05/1909

IL CASO:

  • un certo Lithbridge di Cardiff narra che, mentre camminava per i monti, si era imbattuto in una costruzione cilindrica parcheggiata sul ciglio di una strada. Essa era grande e al suo interno vi erano due esseri dall’aspetto umano, ma strano, che appena lo videro si parlarono in una lingua sconosciuta. Subito dopo la costruzione prese il volo e se ne andò con pochissimo rumore. Nel luogo venne poi ritrovata una depressione nell’erba.

  • Questo è il primo rapporto di un atterraggio di U.F.O.

Riferimenti bibliografici:

Tunguska, incidente in Siberia

Il corpo cosmico di Tunguska:

LOCALIZZAZIONE:

  • Russia, Siberia

  • latitudine 60o 53′ 09″ Nord e longitudine 101o 53′ 40″ Est

CRONOLOGIA:

  • 27-28-29/06/1908 — avvistamenti di globi luminosi, fulmini a ciel sereno, nei dintorni di Tunguska, e luminescenze simili ad aurore boreali nei pressi dell’Artide

  • 29/06/1908 — prima dell’avvenimento, avvistamento di una sfera di luce di grande grande luminescenza. Avrebbe superato di due ordini di grandezza la brillantezza del sole.

  • 30/06/1908 — ore 0h 14m 28s di Greenwich — un corpo di provenienza cosmica esplode a mezz’aria dopo un rimbalzo sull’atmosfera. L’energia dell’esplosione è stimata 10-50 megaton equivalente a parecchie migliaia di bombe di Hiroshima.

IL CASO:

  • Cosa avvenne a Tunguska? Onestamente nessuno lo sa precisamente. Moltissime furono le ipotesi formulate tra cui il crash di un’astronave aliena. Proprio per l’impossibilità di dare una spiegazione plausibile, l’oggetto che provocò tale disastro fu chiamato “Corpo Cosmico di Tunguska”

     

Riferimenti bibliografici:

Aurora crash

Incidente ad Aurora:

LOCALIZZAZIONE:

  • U.S.A. Texas

IL CASO:

  • 19 aprile 1897 — incidente ad Aurora, piccola città del Texas. Il crash avviene contro un mulino a vento. Lo scontro porta alla distruzione dell’aeromobile. Tra i rottami viene ritrovato il pilota probabilmente alieno, e viene portato e tumulato nel cimitero comunale. Da qui scompare.

LE NOTIZIE:

  • le notizie vengono divulgate a voce quindi si hanno notizie di seconda terza e ormai anche quarta mano. Una testimonianza arriva da una ragazza quindicenne. Lei riferisce che i suoi genitori andarono a vedere il sito del crash e riferirono che l’occupante del veicolo era un piccolo uomo.

IL COVER-UP:

  • il corpo del pilota viene tumulato nel cimitero di Aurora. Dove sorgeva anche una lapide a suo ricordo

  • ma lapide e corpo vengono a scomparire, l’unica cosa che rimane è una foto della lapide

 

 

Riferimenti bibliografici:

Roswell 02

 

CRONOLOGIA (del fatto) :

  • 02-07-1947 — Mac Brazel sentì un’esplosione durante un temporale

  • 03-07-1947 — mattina — Brazel va a controllare una pompa d’acqua a 120km nord/ovest Roswell e 32km sud/est Corona. Nel tragitto trova disseminati per più di un km frammenti di uno strano metallo

  • 06-07-1947 — Brazel carica dei rottami e li porta allo sceriffo di Roswell, George Wilcox. Costui informò il maggiore Marcel che classificò ogni rottame. Il colonnello Blanchard ordinò a Marcel e a Sheridan W.Cavitt di seguire il mandriano Brazel per raccogliere altri rottami

  • 06-07-1947 — valutazione dell’area, si nota la presenza di rottami diffusi su una superficie molto ampia. Era chiaro che il mezzo era esploso a mezz’aria senza impatto con l terreno. I militari raccolsero più frammenti possibili

  • 07-07-1947 — mattino — il colonnello Blanchard isolò la zona e inviò contingente di soldati e polizia a setacciare la zona

  • 07-07-1947 — ore 12:00 — notizia ritrovamento di un disco volante viene comunicata ai media locali

  • 07-07-1947 — Marcel caricò il relitto e i rottami su un aereo militare, dove fu trasportato alla base di Wright Field in Ohio. Nel frattempo il generale McMullen in contatto con il colonnello Thomas Jefferson DuBose di inventare una versione di comodo sull’incidente. Il capo delle operazioni sul luogo doveva esser il comandante Roger Ramey

  • 07-07-1947 — Marcel fu convocato da Ramey che gli impose il silenzio sull’accaduto. Il meteorologo Irving Newton procurò un pallone sonda e un pannello riflettore per radar. Marcel quindi si fece fotografare accanto ai rottami falsi

  • 07-07-1947 — ore 17:00 nel Midwest — cambio di versione, il primo giornale che riferiva la nuova notizia fu il Los Angeles Express; esso riferiva che un generale credeva fossero pezzi di un pallone sonda

  • 07-07-1947 a 14-07-1947 — ricerca e ritrovamento parte centrale del velivolo, oltre al rinvenimento di cadaveri degli extraterrestri

 

Riferimenti bibliografici:

Roswell 01

Incidenti di U.F.O. probabilmente alieni:

Incidente a Corona:

LOCALIZZAZIONE:

  • USA, New Mexico

CRONOLOGIA (dell’indagine) :

  • 08-07-1947 — ore 12.00 — Il tenente Walter Haut della base militare di Roswell diffonde la notizia del ritrovamento di un disco volante

  • 08-07-1947 — I giornali americani della sera e parte di quelli del mattino (grazie al fuso orario diverso negli stati degli USA) pubblicano la notizia del secolo in prima pagina

  • 09-07-1947 — ridimensionamento da parte della notizia. L’U.F.O. viene identificato con un pallone sonda

  • Giorni successivi — pubblicate foto dei relitti dell’U.F.O. e la notizia finisce nel dimenticatoio per 30 anni

  • 1978 — Stanton Friedman, fisico nucleare, incontra il direttore di una stazione televisiva della Louisiana. Costui gli dice di incontrare Jesse Marcel che dev’esser informato sul fattaccio di Roswell. Friedman contatta Marcel e viene a sapere che era ufficiale all’epoca dell’incidente era ufficiale della base aerea di Roswell

  • 1978 — Friedman si rivolge a un ufologo, William Moore. Quest’ultimo contribuì a dare un inquadramento temporale alla faccenda grazie a Hughie Green (il quale scriveva dell’incidente nel primo fascicolo di Flying Saucers Review)

  • 1980 — Friedman e Moore avevano già parlato con 62 persone informate sui fatti, compreso il figlio del mandriano che fece la scoperta, Bill Brazer

  • 1980 — Friedman e Moore parlano con Walter Haut, l’addetto stampa della base aerea.

  • 1986 — Friedman e Moore avevano interrogato 92 persone e pubblicato 6 articoli sul caso

  • agosto 1989 — Friedman incontra Glenn Davis, impresario di pompe funebri, che faceva servizi per la base militare di Roswell

  • ottobre 1989 — puntata di Unsolved Mysteries che parlava del fatto, che da qui in poi avrebbe avuto risonanza mondiale

  • 1990 — Friedman contattato da Gerald Anderson venne a conoscenza di un altro incidente capitato San Augustin sempre nel New Mexico nello stesso periodo.

  • 1990 — Friedman incontra un fotografo dell’aeronautica, F.B., che dichiarò di aver visto 4 cadaveri dalle teste grandi nei pressi di Corona

  • agosto 1995 — Ray Santilli dice di aver in possesso un filmato di un’autopsia di un alieno

  • 28-08-1995 — Ray Santilli vende i diritti del video a diverse emittenti televisive del globo

  • luglio 1996 — Ray Santilli viene premiato con il premio “Bufala d’oro” per aver passato per vero un filmato “...subito riconosciuto come falso da tecnici fotografici, esperti di effetti speciali, medici patologi e perfino ufologi” [tratto da Notizie UFO n. 51 – luglio 1996]

 

Riferimenti bibliografici:

 

Approfondimenti:

[attenzione su Wikipedia le date patrebbero non collimare; vista l’assenza di fonti verificabili per credere alle date scritte su Wikipedia credo siano più sicure quelle di questo articolo].

L’invasione aliena

Saranno mai venuti sulla Terra?

Una domanda che mi faccio sempre è proprio questa: “gli alieni sono venuti sulla Terra? E se si perché si son disturbati di fare migliaia se non milioni di anni luce per venire a contatto con esseri che non sono neanche lontanamente a loro livello?” Onestamente parecchie volta mi rispondo con un sonoro “Boh”…altre volte invece trovo ragioni più disparate, anche raccogliendole da internet… Comunque, prima di analizzare il perché potrebbero esser venuti esseri extraterrestri sulla Terra, incominciamo ad analizzare le “prove” della loro venuta. Per farlo, vediamo innanzitutto i vari crashes di U.F.O. di probabile origine aliena, partendo dal più famoso: “L’incidente a Corona”, meglio conosciuto come il —CASO ROSWELL—.

Altre razze

Altri alieni avvistati:

ci sono altri e numerosissimi esseri alieni uno diverso dall’altro e di sicuro non li riuscirò a elencare tutti. Non riuscirò neanche a elencare tutti quelli di cui si parla su internet. Questi esseri sono: Marziani, Chupacabras, Dargos, esseri di luce, esseri animaleschi, anfibi, robotici, esseri scafandrati, piccoli esseri, uomini falena, umanoidi.

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

http://www.youtube.com/watch?v=uBG7x5d-nLo

http://www.youtube.com/watch?v=19hT1NfWoyg&feature=fvw


I Rettiliani 03

Rettiliani anfibioidi:

PROVENIENZA:

  • costellazione del Drago

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • all’incirca alti sui due metri

  • pelle spesso liscia e spessa

  • muscolarmente armoniosi

  • possiedono cinque dita palmate

  • occhi grandi, gialli o rossi e con pupille verticali

PARTICOLARITA’:

  • spesso non vestiti

  • respirano sott’acqua come i normali anfibi

  • ce ne sarebbero di diversi tipi e con alimentazioni più svariate

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

 

http://www.facebook.com/note.php?note_id=140083319203

 

http://ufovni.splinder.com/post/18315023/RETTILIANI

 

I Rettiliani 02

Rettiliani sauriani:

PROVENIENZA:

  • costellazione del Drago

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • molto alti dai 2metri ai 3metri e mezzo

  • ricoperti di scaglie, alcuni sono completamente bianchi

  • muscoloso, forte e molto potente

  • protuberanze sulla fronte, anche corna vere e proprie

  • occhi grandi, gialli o rossi e pupilla verticale

  • sono alati

PARTICOLARITA’:

  • i bianchi sono molto più importanti degli altri

  • le ali ripiegate sono coperte solitamente dal mantello

  • molto atletici e fisicamente più prestanti degli altri rettiliani

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

 

http://www.facebook.com/note.php?note_id=140083319203

 

http://ufovni.splinder.com/post/18315023/RETTILIANI

 

I Rettiliani 01

Rettiliani dinoidi:

PROVENIENZA:

  • costellazione del drago

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • alti tra un metro e novanta e due metri e venti

  • ricoperti di scaglie

  • robusti

  • hanno delle creste sul capo

  • 4 dita alla mano

  • occhi grandi dotati di doppia palpebra, gialli con pupilla lanceolata verticale

  • pesano sui 200kili

  • rapidi e forti fisicamente

PARTICOLARITA’:

  • intelligenza minore dei rettiliani classici

  • forti guerrieri

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

 

http://www.facebook.com/note.php?note_id=140083319203

 

http://ufovni.splinder.com/post/18315023/RETTILIANI

I Rettiliani

I Rettiliani:

chiamati anche Draconiani, ce ne sono diverse tipologie. Hanno dimensioni importanti e di essere molto evoluti. Sono un popolo guerriero e alcuni di loro potrebbero esser una minaccia per gli esseri umani… Parleremo di rettiliani dinoidi, sauriani e anfibioidi…

I Pleiadiani

I Pleiadiani:

PROVENIENZA:

  • Pianeta Erra localizzato nel sistema delle Pleiadi, nella costellazione del Toro

  • dimensione spazio-temporale una frazione di secondo più avanti

  • 340 basi lunari

  • altre basi su Marte, Ganimede…

  • diverse basi sulla Terra, ai poli, vengono perciò soprannominati “polariani”

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • molto simili agli uomini

  • biondi

  • occhi azzurri

PARTICOLARITA’:

  • vengono definiti uomini con tecnologia e spiritualità di tanto più avanzata rispetto a noi

  • si crede siano i progenitori degli esseri umani

  • non intervengono nelle disgrazie umane: guerre, tragedie, ecc…

  • nemici dei Grigi e dei rettiliani

  • fanno parte della confederazione galattica

  • difendono la Terra da interferenze esterne

  • sono a conoscenza sul perché della creazione umana

  • i più contattati dai contattisti

 

 

Riferimenti bibliografici:

 

http://www.tanogabo.it/Pleiadiani.htm

 

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

 

Nordici 02

Nordici elfici:

PROVENIENZA:

  • probabilmente pianeta con gravità simile alla terra

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • alti da 1,80 a 1,90

  • carnagione olivastra

  • capelli di color oro

  • mani normali, talvolta a quattro dita

  • occhi grandi e molto inclinati, di color blu

  • il volto appare più sottile e schiacciato del normale

PARTICOLARITA’:

  • abiti spesso aderenti

  • biocompatibili con gli esseri umani

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

Nordici 01

Nordici giganti:

PROVENIENZA:

  • pianeta con gravità maggiore a quella terrestre

  • pianeta probabilmente più freddo del nostro

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • alti all’incirca due metri e trenta

  • carnagione chiara e dura

  • giunzioni articolari protette da callosità

  • muscoli ben sviluppati ed potenti

  • sono biondi con occhi chiari

PARTICOLARITA’:

  • vestiti diversamente gli uni dagli altri

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

Nordici

I Nordici:

Alieni dai lineamenti angelici. Protagonisti dei più famosi casi di contattismo. Spesso emanano luce, colpisce la loro saggezza e bontà.

Ne esistono diversi tipi, tra cui ci sono: nordici giganti e nordici elfici.

Insettoidi 02

Insettoidi mantide:

PROVENIENZA:

  • probabilmente come gli insettoidi cavalletta

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • alti dal metro e novanta a due e quaranta

  • esoscheletro duro marroncino-verde

  • muscolatura esile

  • hanno, a volte, le antenne

  • mani a tre dita o zampe

  • occhi grandi

PARTICOLARITA’:

  • utilizzano sostanze allucinogene sui rapiti

  • interesse alle reazioni psicologiche umane

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

Insettoidi 02

Insettoidi mantide:

PROVENIENZA:

  • probabilmente come gli insettoidi cavalletta

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • alti dal metro e novanta a due e quaranta

  • esoscheletro duro marroncino-verde

  • muscolatura esile

  • hanno, a volte, le antenne

  • mani a tre dita o zampe

  • occhi grandi

PARTICOLARITA’:

  • utilizzano sostanze allucinogene sui rapiti

  • interesse alle reazioni psicologiche umane

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

Insettoidi 01

Insettoidi cavalletta:

PROVENIENZA:

  • probabilmente da un’altra dimensione

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • sono alti da 1.90 a 2.30

  • probabilmente esoscheletro marrone o verde

  • muscoli esili

  • pelle glabra (senza peli)

  • talvolta antenne

  • a volte hanno mani tri-dattili o zampe da insetto

  • occhi molto grandi

PARTICOLARITA’:

  • spesso sono nudi altre volte hanno una tuta argentata

  • biologicamente complessi, un’alta percentuale della loro morfologia è riconducibile a quella degli insetti

  • carnivori

  • sistema riproduttivo non compatibile con quello umano

  • a volte sono ibridate con altre razze

  • molto interessati alla psicologia umana

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

 

I grigi 07

Il Grigio del video di Santilli:

 

PROVENIENZA:

  • Ritrovato nel luogo crash del ’47 di Roswell

CARATTERISTICHE FISIHE:

  • alto 1.70

  • cute liscia e spessa

  • muscolatura simil umana

  • niente capelli

  • 6 dita

  • occhi grandi e scuri

  • presenti circolazione sanguigna

  • presenti sistema cardiaco

  • presenti apparato digerente

PARTICOLARITA’:

  • somiglianze con esseri umani

  • forte manualità

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

http://digilander.libero.it/aliendream/razzealiene-3.html

Il video è disponibile all’indirizzo:

http://www.youtube.com/watch?v=WNfHRPEb4mU&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=qo0A97BS678&feature=related

 

i grigi 04

I Grigi orange:

PROVENIENZA:

  • ?

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • alti un metro e sessanta

  • pelle dorata nei maschi e arancione nelle femmine

  • muscoli esili

  • dita 5 nei maschi, 3 nelle femmine

  • occhi scuri e grandi

  • comunicano telepaticamente

PARTICOLARITA’:

  • assumono forme preferite a seconda del caso

  • amano climi nordici

  • si potrebbero reincarnare in esseri umani

 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

http://digilander.libero.it/aliendream/razzealiene-3.html

I grigi 02

I Grigi robusti:

PROVENIENZA:

  • ?

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • alti 1.70

  • pelle grigio chiaro, spessa, dura, ruvida

  • sporgenze dovute a giunture ossee particolari

  • muscolatura forte e tonica

  • mani con 4 dita

  • occhi scuri e larghi

  • dentatura vera e propria

  • struttura fonetica simil-umana

PARTICOLARITA’:

  • cordiali

  • decisi

  • elastici rispetto gli altri Grigi

 

Riferimenti bibliografici:

http://digilander.libero.it/aliendream/razzealiene-3.html

I grigi 01

I Piccoli Grigi:

PROVENIENZA:

  • da Zeta Reticuli, nella costellazione di Orione.

CARATTERISTICHE FISICHE:

  • esseri alti un metro-un metro e venti

  • occhi grandi, neri, a mandorla

  • fessura per la bocca

  • 4 dita per mano
  • solitamente senza peli e capelli
  • due buchi per respirare
  • di colore grigio argento

  • senza sistema digerente

  • senza sistema riproduttivo

  • muscolatura esile e asciutta
  • cervello con 4 lobi (comunicazione telepatica)

MOTIVI DI VISITA:

  • conquista della Terra

  • riduzione in schiavitù dei suoi abitanti

  • sfruttamento risorse

PARTICOLARITA’:

  • non potendosi riprodurre normalmente utilizzano la clonazione da millenni

  • sono i responsabili di rapimenti umani con prelievi di sostanze organiche senza anestesia su persone

  • responsabili delle mutilazioni animali con prelievo e utilizzo delle sostanze organiche atte al loro nutrimento o a studi.


 

Riferimenti bibliografici:

http://www.menphis75.com/foto_razze_aliene.htm

http://digilander.libero.it/aliendream/razzealiene-3.html

Ominidi

Gli Omini verdi…

Parliamo di esseri extraterrestri di intelligenza e forme nettamente più evolute. Se già con i batteri la scienza convenzionale non prende posizione per mancanza di prove sufficienti, essa si oppone totalmente alla teoria dell’arrivo sulla terra di esseri intelligenti perché vi sono solo prove indiziarie e soprattutto perché le distanze da pianeti possibilmente abitabili sono eccessive.

Prima di commentare con dati le insinuazioni della scienza ufficiale vediamo di distinguere, partendo dalle varie testimonianze, le possibili razze aliene. (nel descrivervi le razze mantenete uno sguardo obiettivo e cercate le possibili somiglianze con esseri della tradizione locale e soprattutto vi imploro di rimanere scettici e creduloni al punto giusto cercando di trovare prove che vi confermino l’esistenza o meno di questi esseri).


I Grigi:

 

Sono forse gli alieni per antonomasia, i fantastici omini verdi dei film di fantascienza. Proprio questi si possono distinguere in Piccoli grigi (o classici), Grigi robusti, Grigi alti, Grigi orange, Grigi bianchi, Grigi marroni, Grigio “del video Santilli”.

I virus

Apriamo una piccola parentesi sui virus interspaziali…

I virus sono definiti “…parassiti endocellulari obbligati, rappresentati da organizzazioni biologiche di livello sub-cellulare…” (definizione dal libro Principi di microbiologia medica, La Placa). Quindi sono contenitori di DNA (o RNA) cioè di informazioni genetiche che non hanno una vita indipendente. Essi devono contagiare una cellula per replicarsi e degenerano se esposti, per un tempo limitato, a condizioni a loro non congeniali. Per questo motivo non si prende in considerazione la possibilità dell’arrivo di virus extraterrestri. Il loro trasporto prevederebbe prima l’arrivo di esseri uni-pluricellulari che ne fossero affetti.

Comunque i virus in se sono esseri viventi-non viventi molto particolari e degni di essere studiati più a fondo.

I Batteri extraterrestri

I batteri sono gli esseri viventi più piccoli conosciuti. Essi resistono a condizioni estreme, di temperatura, di pressione, ecc… quindi son esseri perfetti per sopravvivere nello spazio. Partendo proprio da questa deduzione si cercarono batteri alieni sui meteoriti piovuti sulla terra. Proprio su uno di questi, proveniente da Marte (meteorite ALH84001), sono stati trovati dei batteri che, secondo il  gruppo di ricerca della NASA, non sono dovuti a contaminazione ma devono provenire da Marte. Un’altra scoperta interessante, che avvalora quella della NASA, è quella di due ricercatori dell’Università Federico II di Napoli e del CNR che nel 2001 “…hanno liberato dei batteri che si trovavano in rocce molto antiche, fino a 3 miliardi di anni, e i batteri hanno iniziato a riprodursi, come se la loro lunghissima “ibernazione” non avesse avuto luogo…” questo “mostra come sia possibile che i batteri attraversino condizioni ambientali estremamente ostili, come per esempio elevate temperature o pressioni, senza soccombere. E questo ci fa capire come sia effettivamente possibile che le prime forme di vita sulla Terra potrebbero non essersi sviluppate sul nostro pianeta, ma potrebbero esserci arrivate proprio attraverso meteoriti extraterrestri, o nuclei cometari…”

Tutto ciò pone sotto un nuovo punto di vista la vecchia teoria della panspermia. Questa teoria afferma che la vita sulla terra sia nata grazie all’invasione di batteri extraterrestri. Ma essa non è ancora stata confutata dalla scienza convenzionale per mancanza di prove certe.

Riferimenti bibbligrafici:

http://www.esa.int/esaCP/ESAHOCPZ9NC_Italy_0.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Panspermia

Alieni

Cosa sono gli alieni?

Quando un ricercatore incomincia un’analisi su questo argomento deve, prima di tutto, sapere la terminologia basale.

Se vi dicessi che ci son dei medici che confondono una colite con una cefalea, voi certamente mi direste che sono degli incompetenti e non avreste torto. Però se vi dicessi che ci sono ufologi che utilizzano come sinonimo il termine U.F.O. con alieno o con veicolo di indiscutibile provenienza extraterrestre, voi cosa mi direste? Io vi dico che son persone che ignorano il reale significato delle parole che compongono il termine U.F.O.

U — Unidentified

F — Flying

O — Object

Ovvero oggetto volante non identificato (OVNI), quindi non vuol dire per forza veicolo extraterrestre.

Quindi, cosa sono gli alieni?

 

Sono esseri viventi non indigeni del pianeta Terra. Essi potrebbero essere piccolissimi batteri oppure forme viventi più evolute.

Nei prossimi post saranno trattate le varie forme di vita aliene delle quali vi è notizia. Ciò non vuol dire che questi esistano veramente, ma semplicemente riporterò gli esseri implicati in vari incontri di cui si ha notizia nel mondo.

Partiremo dalle forme più piccole di extraterrestri, i BATTERI.

Attrazione Occulta

Alieni

Partiamo con un argomento di assoluta importanza nel campo dei misteri…gli alieni!

Prima di tutto cosa sono gli alieni? Come sono fatti? Quante razze ci sono? Sono mai venuti sulla terra? Da dove vengono? Quando, come e perché raggiungono la terra? Come sono gli avvistamenti? Sono tutte vere le prove portate alla luce in questi anni? E l’autopsia all’alieno è una prova dell’effettiva esistenza aliena?Perché ci sono tanti scettici anche se ci sembra che ci siano tante prove incontrovertibili sulla loro presenza?Ci sono oscuri complotti che impediscono la conoscenza della verità?Chi nasconde questa verità?Ma poi perché viene nascosta?…

A queste e ad altre innumerevoli domande verrà posta una risposta, che però come sempre non sarà né conclusiva né definitivamente corretta, ma sempre da approfondire e confrontare con obiettività!